nutrire la mente, energia della cultura

La "madonnina" ad EXPO porta con sè la secolare storia della costruzione del Duomo, una delle grandiose cattedrali gotiche d’Europa, patrimonio meneghino dell’umanità, simbolo di devozione ed impegno cristiano.

Un simbolo non solo cristiano ma anche laico per l'intera città di Milano, che rappresenta tutte le culture che fanno viva la città.

Attraverso l’uso del marmo di candoglia nella sua forma grezza e lavorata, la tipica pietra bianca con screziature rosa proveniente dalla val d’Ossola che costituisce il materiale principale del Duomo di Milano, e tramite la metafora della lama d’acqua che rimanda all’acqua dei Navigli lungo i quali viaggiavano i barconi che trasportavano i marmi per la costruzione del Duomo, il padiglione vuole essere l’espressione di tre parole che raccontano un pezzo di storia della nostra città:

La Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano partecipa ad expo 2015 ponendo una copia della celebre effigie al centro del proprio padiglione ed idealmente al centro del mondo, dando l’opportunità ai visitatori di ammirare da vicino uno dei simboli più significativi della città.

La Veneranda Fabbrica del Duomo è lo storico ente preposto alla conservazione e valorizzazione della cattedrale, istituito nel 1387 da Gian Galeazzo Visconti, allora duca della città. La Fabbrica opera da oltre 600 anni nella conservazione e nel restauro architettonico ed artistico del duomo; con grande senso di responsabilità anche nell’attività di custodia, valorizzazione e promozione di questo straordinario patrimonio d’arte e cultura, provvedendo al reperimento delle risorse necessarie al suo mantenimento.

Lo spazio dedicato al Padiglione della VFD si compone di due episodi, il primo che si affaccia sul decumano articolato da una piazza/gradonata che vuole riproporre la copertura del Duomo di Milano e dove è posta la riproduzione della Madonnina in scala 1:1, il secondo è un piccolo edificio monopiano dove vi è l’esposizione tematica.

Il tema del marmo è affrontato seguendo il percorso che vede il materiale grezzo estratto dalla cava, trasformato e poi trasportato attraverso i navigli (vecchi canali dove veniva trasportato fino in Duomo) per arrivare a Milano ed essere trasformato dagli scalpellini nelle fantastiche guglie, statue, colonne che compongono tutti il Duomo.

Infatti a destra si possono trovare quattro enormi blocchi di marmo di candoglia e a sinistra quattro isole composte da guglie, pezzi di arco, capitelli finemente scolpiti e realizzati tra il '500 e l’ '800.
Centralmente abbiamo la salita verso la riproduzione della Madonnina, alta ben 4.16m, realizzata in bronzo e rivestita da foglie d’oro. Salendo troviamo i 7 secoli di vita della VFD impressi nel cemento come si fa con i blocchi di marmo, fino ad arrivare ad oggi.

Il secondo volume a completamento ed integrazione del padiglione si trova alle spalle della piazza.
Un volume molto neutro e pulito che vuole assolutamente scomparire ma al cui interno si possono trovare due mostre fotografiche che raccontano la storia della nascita della Madonnina collocata sul Duomo e la storia della copia che si puo visitare in EXPO.

PADIGLIONE DELLA VENERANDA FABBRICA DEL DUOMO DI MILANO EXPO 2015

Lotto: S3
Superficie lotto: 1175 mq
Superficie lorda di pavimento: 189 mq
Superficie scoperta: 986 mq 
Data inizio lavori: 16.03.2015
Data fine lavori: 30.04.2015

Client
Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano

Project Management, Architecture, Structure design, Equipments and Engineering – Mosae
Responsible designer civil works - Klaus Scalet
Responsible designer structural works and equipments - Michele Maddalo
Design safety officer - Luisa Basiricò
Team - Luisa Basiricò, Michele Maddalo, Dario Pellizzari, Andrea Savoldelli and Klaus Scalet
Collaborators - Alice Brugnerotto, Gabriele Lombardo and Patrizia Virelli

Site supervision Mosae
Site supervisor - Dario Pellizzari
Construction safety officer - Luisa Basiricò

Exhibition and Scenography - Lascia La Scia

Lighting design - Ferrara Palladino

Contractors - Sarappalti S.p.a., Airaudo costruzioni srl, Tonoimpianti srl

 

Pictures in slideshow ©Filippo Poli, 2015