restauro conservativo del borgo de'Buzzaccarini

Il progetto prevede il restauro conservativo e la rifunzionalizzazione dell'edificio dalle più antiche origini ricompreso nel complesso denominato Borgo de’ Buzzaccarini, composto da due corpi padronali e dalle relative adiacenze agricole che caratterizzano l’originario abitato di Marendole, frazione del comune di Monselice.

L’origine del complesso è precedente al XIII sec ma trecentesca è l’impostazione che riceviamo. Tutta l’area ricade nell’ambito di tutela del D.lgs. 42/2004.
Le adiacenze, oggetto di questo intervento di restauro, già cappella privata, sono state ampiamente rimaneggiata nel corso dei secoli con quattro interventi significativi a partire dalla prima edificazione. Le tracce via via disvelate hanno confermato l'analisi storico critica.

Il restauro dei fabbricati è improntato al rispetto delle volumetrie e delle testimonianze ricevute con l’obiettivo di rifunzionalizzare gli spazi, dichiarando gli interventi e restituendo una narrazione storica delle fasi e degli eventi qui succedutisi. Proprio svelando le tecnologie e i segni che ne hanno caratterizzato l’evoluzione.

Committente: PRIVATO

Luogo: MARENDOLE DI MONSELICE (PD)

Superficie: 648 mq

Timeline: 2012 – 2015

Progettazione e Direzione Lavori: mosae studio associato

Progetto Definitivo: Arch. Ing. Fabio Zecchin, mosae studio associato 

Team – Michele Maddalo, Giacomo Maddalo, Dario Pellizzari, Klaus Scalet, Alice Brugnerotto, Stefano D’Amelio

 

Pictures in slideshow ©Mosae, 2015